StaffAnna Paola Casazza


Informazioni



E-mail
casazza@ibba.cnr.it

Telefono
+39 0223699406

Sede
Milano

Aree di attività
BIOTEC, BIOCEL


Casazza Anna Paola

Ricercatore

Formazione

2002: Dottorato di Ricerca in Biologia Vegetale (XV ciclo) presso l’Università degli Studi di Milano. Attività di ricerca: Meccanismi molecolari che sottendono al fenomeno della fotoinibizione-fotoprotezione in arabidopsis, tramite l’utilizzo di mutanti singoli e doppi.

1999: Laurea in Scienze Biologiche, Indirizzo Biomolecolare, Università degli Studi di Milano. Tesi sperimentale svolta presso il Max-Planck-Institut für Molekulare Pflanzenphysiologie di Golm/Berlino, Germania. Attività di ricerca: Creazione di piante di patata geneticamente modificate allo scopo di arricchirne il contenuto in aminoacidi essenziali.

Esperienze professionali

2011-Oggi: Ricercatore CNR presso l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria, sede di Milano. Attività di ricerca: Chimica verde (utilizzo di microalghe, in particolare cianobatteri, quali fonte alternativa e sostenibile di materie prime e molecole ad alto valore aggiunto);  Biochimica, biofisica e fisiologia vegetale (analisi fisiologiche e funzionali di organismi fotosintetici ossigenici e dei complessi proteina-pigmenti che li caratterizzano); Biologia cellulare (studio di una particolare classe di proteine appartenenti alla famiglia delle disolfuro isomerasi, putativamente coinvolte nei processi di folding ossidativo)

2009–2011: Ricercatore a tempo determinato presso l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria, sede di Milano. Attività di ricerca: Certificazione e tipizzazione di mangimi e alimenti

2007– 2008: Collaboratrice CNR e borsista INGENIO, CNR-IBF (Istituto di Biofisica), Milano, Italia / Max-Planck-Institut für Bioanorganische Chemie (rinominato Max-Planck-Institut für Chemische Energiekonversion nel 2012), Mülheim an der Ruhr, Germania. Attività di ricerca: L’antenna interna ed esterna del fotosistema II (studi spettroscopici di complessi pigmenti/proteina nativi e ricostituiti in vitro)

2003–2006: Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Biologia, Sezione di Fisiologia e Biochimica delle Piante e Sezione di Fisiologia Vegetale – Fotosintesi, Università degli Studi di Milano. Attività di ricerca: Le dinamiche del trasferimento dell’energia di eccitazione a livello dei due fotosistemi nelle piante superiori

Interessi scientifici

  • Studio a livello fisiologico e funzionale di organismi fotosintetici ossigenici e dei complessi proteina-pigmenti che li caratterizzano.
  • Studio delle proprietà biochimiche e biofisiche dell’apparato fotosintetico.
  • Ingegnerizzazione delle vie metaboliche responsabili della biosintesi di pigmenti (clorofille e carotenoidi) in cianobatteri, organismi fotosintetici procariotici con elevato, ma ancora poco esplorato, potenziale biotecnologico.

Progetti attivi

BIO-ECO "Bioeconomia”
Inizio: 01/01/2020   Fine: 31/12/2022

MIUR

Milano, Pisa, Roma
Anna Paola Casazza

Durata Progetto:
01/01/2020 - 31/12/2022
Ente finanziatore:
MIUR
Responsabili di progetto:
Anna Paola Casazza
Sedi:
Milano, Pisa, Roma

BIO-ECO "Bioeconomia”


Il progetto BIO-ECO, coordinato dal Dipartimento di Scienze Bio Agroalimentari del CNR, vede coinvolto un team multidisciplinare di ricercatori provenienti da nove diversi Istituti distribuiti sull’intero territorio nazionale. Le attività di IBBA coprono:

  • uso efficiente delle risorse naturali e miglioramento della capacità fotosintetica / resistenza e tolleranza agli stress abiotici (WP2);
  • sviluppo e applicazione di DSS per analisi predittive in agricoltura (WP3);
  • molecole bioattive dalle piante, da microorganismi e colture cellulari (WP4);
  • nuove fonti alimentari da piante acquatiche e microalghe (WP7).
CYAO-CYAnobacteria platform Optimised for bioproduction
Inizio: 01/04/2017   Fine: 31/03/2021

Fondazione Cariplo

Milano   Sito web

Anna Paola Casazza

Durata Progetto:
01/04/2017 - 31/03/2021
Ente finanziatore:
Fondazione Cariplo
Responsabili di progetto:
Anna Paola Casazza
Sedi:
Milano
Sito web del Progetto:
Sito web

CYAO-CYAnobacteria platform Optimised for bioproduction


Gli organismi unicellulari fotosintetici acquatici (microalghe) sono percepiti come una delle fonti più interessanti per la produzione sostenibile di combustibili alternativi e per l’implementazione della chimica verde. Il progetto CYAO ha come obbiettivo quello di ingegnerizzare ceppi modello di cianobatteri (alghe blue-verdi) già utilizzati per applicazioni biotecnologiche, aumentandone la produttività in termini di accumulo di biomassa mediate la modificazione delle caratteristiche di assorbimento della luce per le peculiari condizioni che gli organismi incontrano nei fotobioreattori (PBR) in cui solo coltivate. Inoltre, per dimostrare il potenziale dei ceppi ingegnerizzati nelle proprietà di antenna, il progetto propone di renderli adatti a produrre un carotenoide, l’astaxantina, che ha un alto valore economico in virtù del suo ampio utilizzo in formulazioni nutraceutiche, come antiossidanti e, specialmente, in acquicoltura, essendo il colorante naturale che caratterizza le carni dei salmonidi.

 

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile
Inizio: 01/02/2020   Fine: 31/07/2022

Regione Lombardia

Milano, Lodi   Sito web

Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
01/02/2020 - 31/07/2022
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano, Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile


Il progetto si configura come un HUB tecnologico e di ricerca che coinvolge 12 istituti CNR, appartenenti a 4 diversi Dipartimenti, e 4 aziende, i cui obiettivi sono: ottenere prodotti migliorati per le proprietà nutrizionali e funzionali; fornire e implementare tecnologie di precisione per garantire la sicurezza, la tracciabilità e la qualità dei prodotti; sviluppare smart– e active-packaging ecosostenibili e innovativi per minimizzare e recuperare, ove possibile, gli sprechi e aumentare la conservabilità degli alimenti; fornire al consumatore e alle aziende strumenti per la fruibilità dei risultati.

Progetti conclusi

Istituto

Cerca nel sito