StaffAldo Luperini


Informazioni



E-mail
luperini@ibba.cnr.it

Telefono
+39 0223699623

Sede
Milano

Aree di attività
BIOTEC, QUALY

Luperini Aldo

Tecnologo

Formazione

1991: Gestione della Ricerca e Sviluppo SDA Bocconi

1990: Business development in Biotechnology -Erasmus University Rotterdam – Biotechnology University Delft – Paesi Bassi

1984: Specializzazione in neurofarmacologia presso Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”

1982: Laurea in Scienze Biologiche, Università di Milano

Esperienze professionali

2018-Oggi: Tecnologo presso l’IBBA CNR. Attività di trasferimento tecnologico e di analisi dei comportamenti con riferimento al rapporto con l’alimentazione ed alla sicurezza nei laboratori

2011-2020 membro del Comitato Unico di Garanzia del CNR (contrasto alle discriminazioni

2011-2017: Responsabile Laboratorio Bioelettronica presso l’ITB CNR

2009-2012: Direttore dei corsi di formazione manageriale e valorizzazione della ricerca del CNR

2003-2010 : Responsabile del progetto di valorizzazione della ricerca “Eco Push” c/o Enea

2001-2003: AD presso Tecnochora SpA Consortile di Trasferimento Tecnologico e Formazione Lecco

2001-2003: DG presso Politecnico Innovazione Interim comunicazione (consorzio di trasferimento tecnologico del Politecnico di Milano)

2009 – 2000 External Affair Manager c/o Dompé Biotech SpA.  Rapporti con Ministeri, Assobiotec, Federchimica.

Interessi scientifici

  • Trasferimento tecnologico
  • Analisi dei comportamenti innati in ambito umano

Progetti attivi

BRIC - Approcci innovativi alla biosicurezza per la tutela della salute dell’uomo e dell’ambiente
Inizio: 15/11/2019   Fine: 14/11/2021

INAIL

Milano, Lodi
Aldo Luperini

Durata Progetto:
15/11/2019 - 14/11/2021
Ente finanziatore:
INAIL
Responsabili di progetto:
Aldo Luperini
Sedi:
Milano, Lodi

BRIC - Approcci innovativi alla biosicurezza per la tutela della salute dell’uomo e dell’ambiente


L’estrema accessibilità di Micro Organismi Geneticamente Modificati ed il periodo di latenza, a volte di anni, col quale possono emergere eventuali effetti indesiderati alimenta il rischio che il loro utilizzo possa avvenire senza un’adeguata consapevolezza dei potenziali rischi associati. È pertanto necessario fornire agli operatori un’adeguata preparazione tecnica ma anche indagare e far leva sul portato inconscio che predispone un operatore ad agire con tempismo e professionalità sui temi della biosicurezza.

Col progetto si intende: informare, educare, ottenere feed back e realizzare una formazione mirata a seconda dei ruoli; motivare – in modo che ogni soggetto sia consapevole della propria parte nel quadro della biosicurezza – e creare una rete tra operatori i cui laboratori fanno uso di metodiche avanzate di biotecnologia.

Sarà inoltre individuato un campione di formandi per approfondire, attraverso gli strumenti del neuro marketing (EEG, misura della dilatazione pupillare, ecc.), le forme inconsce che danno corpo ai processi decisionali agiti in tema di biosicurezza. Le informazioni raccolte diverranno patrimonio e saranno utilizzate per aggiornare gli stili comunicativi che saranno utilizzati in futuro.

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile
Inizio: 01/02/2020   Fine: 31/07/2022

Regione Lombardia

Milano, Lodi   Sito web

Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
01/02/2020 - 31/07/2022
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano, Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile


Il progetto si configura come un HUB tecnologico e di ricerca che coinvolge 12 istituti CNR, appartenenti a 4 diversi Dipartimenti, e 4 aziende, i cui obiettivi sono: ottenere prodotti migliorati per le proprietà nutrizionali e funzionali; fornire e implementare tecnologie di precisione per garantire la sicurezza, la tracciabilità e la qualità dei prodotti; sviluppare smart– e active-packaging ecosostenibili e innovativi per minimizzare e recuperare, ove possibile, gli sprechi e aumentare la conservabilità degli alimenti; fornire al consumatore e alle aziende strumenti per la fruibilità dei risultati.

Progetti conclusi

Istituto

Cerca nel sito