StaffFlavia Pizzi


Informazioni



E-mail
pizzi@ibba.cnr.it

Telefono
+39 03714662505

Sede
Lodi

Aree di attività
BIOGEN


ORCID: 0000-0002-5076-0265
Google Scholar: Profile
Research Gate: Flavia Pizzi
Scopus Author ID: 6602600422
WoS Researcher ID: C-8786-2017
Linkedin: Flavia Pizzi

Pizzi Flavia

I° Ricercatore

Formazione

1983-1987: Dottorato di Ricerca Animal Science, Università di Milano

1978-1982: Laurea in Scienze delle Produzioni Animali Università di Milano

Esperienze professionali

2008-Oggi: Responsabile Unità di Lodi dell’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del Consiglio Nazionale delle Ricerche IBBA CNR 

2018–Oggi: Referente CNR per l’area tematica “Salute e benessere animale” per l’European Food Safety Authority EFSA 

2018-Oggi: Coordinatore Scientifico dell’Unità IBBA CNR  nell’ambito del progetto CHEESR – Conservation, Health and Efficiency Empowerment of Small Ruminant finanziato da Reg (UE) 1305/2013. Programma di Sviluppo Rurale Nazionale 2014/2020. Caratterizzazione delle risorse genetiche animali di interesse zootecnico e salvaguardia della biodiversità.

2018-Oggi: Coordinatore Scientifico dell’Unità IBBA CNR  nell’ambito del progetto  BIONET finanziato dal Fondo Europeo Sviluppo Rurale 2014-2020

2015: Esperto nella delegazione CNR nella visita in Mongolia nell’ambito dell’accordo  tra CNR e  Mongolian Academy of Science

2015: Participante EU Horizon 2020 project Innovative Management of Genetic Resources H2020-SFS-2015-2 IMAGE Innovative Management of Animal Genetic resources H2020-EU.3.2. – SOCIETAL CHALLENGES – Food security. Total funding: 1.396.875 euro funding to Partner 490.000 euro. Project ID: 677353 http://cordis.europa.eu/project/rcn/200171_en.html, http://www.imageh2020.eu

2014-Oggi: Abilitazione Scientifica Nazionale II fascia Professore Associato settore 07G1

2014-2016: Principal investigator progetto bilaterale Development of integrative model of management system for assisted reproductive techniques in goat local breeds: the Angora breed case study in the framework of Scientific and Technological Cooperation between the National Research Council of Italy (CNR) and the Scientific and Technological Research Council of Turkey (TÜBİTAK)

2013–Oggi: Referente Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca MIUR and  Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca

2013- 2016: Referente WG “Cattle male fertility” nel progetto GENHOME – Resort tecnologico per la ricerca genomica applicata alle scienze animali , MIUR. Total funding: 10.882.320 euro. Provv. CNR 4375 del 22/10/2012, http://www.genhome.eu/research 

2013-2015: Principal investigator progetto di Grande Rilevanza “Fertility in buffalo and cattle under heat stress conditions” finanziato Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation Executive in the framework of Program for Scientific and Technological Cooperation between Egypt and Italy,

2012- 2014: Responsabile Scientifico dell’IBBA CNR come subcontractor nell’ambito del progetto  EU-KBBE project FECUND (FundamEntal Cattle ReprodUctioN StuDy)

2013-2015: Partecipante progetto INTEROMICS – Sviluppo di una piattaforma integrata per l’applicazione delle scienze “omiche” alla definizione dei biomarcatori and profili diagnostici, predittivi, and teranostici. MIUR – Progetti Bandiera. Total funding to Partner IBBA-CNR 300.000. Provv. n. 4375 del 22/10/2013 

2012-2014: Principal Scientist progetto congiunto CNR and National Council of Science and Technology of Perù (CONCYTEC) – “Testicular structure, daily sperm production and changes in sperm quality after cryopreservation in alpaca and local breeds for their genetic conservation”

2012: Membro FAO Working Group for the preparation of the Guidelines for Cryoconservation of Animal Genetic Resources

2011-2014: Participante progetto Characterization of pig local breeds of Southern Italy for the biodiversity conservation within the framework of the research program “CISIA – Integrated knowledge for sustainability and innovation of made in Italy agroofood products”

2011-2014: Principal Scientist IBBA CNR nel progetto  “Harmonization of genetic resources available in National research Council” within the project “CISIA – Integrated knowledge for sustainability and innovation of made in Italy agroofood products” 

2011: Consulente FAO National Biodiversity Center in Bhutan 

2010-2012: Principal Scientist nel progetto congiunto Joint research project CNR_Academy of Scientific Research and Technology (Egypt ) “Factors affecting the developmental competence of in vitro produced buffalo and bovine embryos”

2005-2010: Program leader dell’IBBA research activity AG.P02.002 / Animal genetic resources conservation

2010: Membro dei gruppi di lavoro dell’European Regional Focal Point of FAO per la preparazione delle line guida per l’Animal Genetic Resources Cryobanks 

2010-2013: Coordinatore Scientifico IBBA Unit per il progetto “Innovative Reproductive Biotechnologies for the genetic diffusion of Italian Buffalo (InnovaB)” finanziato da Regione Lombardia 

2008-2012: Coordinatore Scientifico WP4 Characterization and genetic mangement of animal genetic resources within the project “Biological resources and innovative technologies for the sustainable development of the Agrofood System”. Accordo Quadro CNR – Regione Lombardia

2006-2009: Participante nel progetto UE “Towards self-sustainability of European Regional Cattle Breeds (EURECA GEN RES 2005 12)” in particulare nel  WP2 “Detailed analysis of cryopreservation programmes”

2002-Oggi: Responsabile Animal Germoplasm Cryobank “Giuseppe Rognoni”- IBBA-CNR

2000-2005: Participante in EU COST Action 848 Multi-facetted Research in Rabbits: a Model to Develop a Healthy and Safe Production in Respect with Animal Welfare in particular Working Group 1:  Reproduction

2006–2016: Lecturer all’ Università di Brescia, Facoltà di Medicina 

2003: Lecturer al Master in “Pig Science” di Milano

1995-1999: Professore a contratto all’Università di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria 

Interessi scientifici

  • Conservazione Risorse Genetiche Animali;
  • Creazione e gestione di Criobanche;
  • Riproduzione Animale;
  • Analisi del Seme.

Progetti attivi

AGENZIA VENETA INNOV - BIONET
Inizio: 20/07/2018   Fine: 19/07/2022

Agenzia Veneta per l’innovazione nel settore primario

Lodi
Flavia Pizzi

Durata Progetto:
20/07/2018 - 19/07/2022
Ente finanziatore:
Agenzia Veneta per l’innovazione nel settore primario
Responsabili di progetto:
Flavia Pizzi
Sedi:
Lodi

AGENZIA VENETA INNOV - BIONET


Raccolta, valutazione e conservazione di materiale genetico della razza bovina Burlina come back up nel medio e lungo termine nel caso di estinzione della razza o insorgenza di problemi genetici nella razza (perdita di linee genetiche, eccessiva consanguineità, ecc.). Il materiale genetico conservato consiste principalmente in materiale seminale crioconservato in azoto liquido e sangue per future estrazioni di DNA.

MITICAL - Miglioramento della coltivazione e produzione della canapa industriale in Lombardia mediante tecniche colturali innovative
Inizio: 01/07/2020   Fine: 30/06/2023

Regione Lombardia

Milano, Lodi, Roma
Monica Mattana

Durata Progetto:
01/07/2020 - 30/06/2023
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Monica Mattana
Sedi:
Milano, Lodi, Roma

MITICAL - Miglioramento della coltivazione e produzione della canapa industriale in Lombardia mediante tecniche colturali innovative


Il progetto MITICAL si propone, attraverso azioni di ricerca integrate di agronomia, biochimica e biologia molecolare, di aumentare le conoscenze sulla coltivazione della canapa e sull’uso finale di due suoi prodotti: semi e infiorescenze. Il progetto prevede:

  • l’analisi di quattro varietà di canapa, due monoiche e due dioiche, coltivate in due diverse località lombarde caratterizzate da diverse condizioni pedoclimatiche;
  • la valutazione delle performance dei 4 genotipi in diverse condizioni: i) controllo; ii) utilizzo di biostimolanti; iii) trattamenti con elicitori;
  • la valutazione della qualità nutrizionale dei semi: contenuto in proteine e in olio, profilo degli acidi grassi e contenuto di composti antinutrizionali;
  • infiorescenze: si valuterà il contenuto in metaboliti secondari come cannabidiolo (CBD), tetraidrocannabinolo (THC) e polifenoli;
  • studi di trascrittomica: analisi di correlazione tra espressione genica e fenotipo/metabolita, identificazione di polimorfismi allelici (SNP) e costruzione di network di coespressione;
  • l’analisi metagenomica del suolo: caratterizzazione di funghi, batteri e metazoi, prima e dopo la coltivazione delle piante.

Il progetto verrà svolto in collaborazione con aziende agricole di due distretti lombardi (DAMA e DINAMO) che rappresentano i principali fruitori delle conoscenze sviluppate. Inoltre i dati prodotti dalle analisi biochimiche sui semi saranno utilizzabili da aziende agroalimentari e mangimistiche, mentre quelli sulle infiorescenze avranno ricadute nel settore farmaceutico e cosmetico.

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile
Inizio: 01/02/2020   Fine: 31/07/2022

Regione Lombardia

Milano, Lodi   Sito web

Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
01/02/2020 - 31/07/2022
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano, Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile


Il progetto si configura come un HUB tecnologico e di ricerca che coinvolge 12 istituti CNR, appartenenti a 4 diversi Dipartimenti, e 4 aziende, i cui obiettivi sono: ottenere prodotti migliorati per le proprietà nutrizionali e funzionali; fornire e implementare tecnologie di precisione per garantire la sicurezza, la tracciabilità e la qualità dei prodotti; sviluppare smart– e active-packaging ecosostenibili e innovativi per minimizzare e recuperare, ove possibile, gli sprechi e aumentare la conservabilità degli alimenti; fornire al consumatore e alle aziende strumenti per la fruibilità dei risultati.

Progetti conclusi

InterOmics – Sottoprogetto Tecnologie omiche per la valorizzazione del germoplasma di frumento duro
Inizio: 29/07/2014   Fine: 31/12/2018

MIUR

Milano, Lodi   Sito web

Aldo Ceriotti

Durata Progetto:
29/07/2014 - 31/12/2018
Ente finanziatore:
MIUR
Responsabili di progetto:
Aldo Ceriotti
Sedi:
Milano, Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

InterOmics – Sottoprogetto Tecnologie omiche per la valorizzazione del germoplasma di frumento duro


Il progetto si articola in tre step:

1) L’avvio di un’iniziativa volta al sequenziamento del genoma di frumento duro; l’obiettivo sarà perseguito attraverso strategie complementari che, nel loro complesso, permetteranno di affrontare le due principali problematiche associate al sequenziamento del complesso genoma di questa specie (presenza di due genomi altamente simili e alta percentuale di sequenze ripetute).

2) La caratterizzazione a livello proteomico e metabolomico delle varietà utilizzate per gli studi di genomica. I risultati di questa analisi saranno integrati con quelli prodotti dall’analisi genomica, evidenziando la presenza di eventi post-trascrizionali e post-traduzionali nella biosintesi delle proteine e fornendo indicazioni sulla attivazione di specifici percorsi metabolici.

3) La fenotipizzazione di 150 accessioni già genotipizzate (profili SNP) e derivate tramite Single Seed Descent da landraces/ecotipi. Questa collezione è conservata presso la sede di Bari dell’Istituto di Bioscienze e Biorisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Questi materiali consentiranno la realizzazione di una analisi di mappatura per associazione tra gli SNPs e le caratteristiche morfo-fisiologiche delle piante, fornendo quindi le basi per l’utilizzazione di queste risorse genetiche nella costituzione di nuove varietà di frumento duro.

FilAgro – Strategie innovative e sostenibili per la filiera agroalimentare
Inizio: 05/08/2013   Fine: 31/10/2015

Regione Lombardia

Milano, Lodi
Diego Breviario

Durata Progetto:
05/08/2013 - 31/10/2015
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Diego Breviario
Sedi:
Milano, Lodi

FilAgro – Strategie innovative e sostenibili per la filiera agroalimentare


Il progetto FilAgro intende dare risposte concrete alle esigenze emergenti nel settore dell’agricoltura, legate alla sostenibilità delle produzioni; alla salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità; al miglioramento della qualità delle produzioni alimentari in termini di salubrità, sicurezza e caratteristiche nutrizionali; allo sviluppo tecnologico e al trasferimento dei risultati al settore produttivo; alla diffusione delle nuove conoscenze; tutti argomenti ritenuti prioritari nei programmi di EXPO 2015, di Horizon 2020 e negli obiettivi del programma triennale 2013-2015 della DG Agricoltura della Regione Lombardia.

ASSONAPA - Creazione della Criobanca delle razze ovi-caprine locali italiane
Inizio: 30/05/2018   Fine: 29/05/2020

Associazione Nazionale della Pastorizia (ASSONAPA)

Lodi
Flavia Pizzi

Durata Progetto:
30/05/2018 - 29/05/2020
Ente finanziatore:
Associazione Nazionale della Pastorizia (ASSONAPA)
Responsabili di progetto:
Flavia Pizzi
Sedi:
Lodi

ASSONAPA - Creazione della Criobanca delle razze ovi-caprine locali italiane


Obiettivo del progetto è la gestione della variabilità genetica delle razze ovi caprine locali italiane attraverso la scelta dei donatori da conservare nella Criobanca e quidi la raccolta e conservazione del loro materiale genetico. A questo scopo nelle razze Pecora Massese, Ovino delle Langhe, Pecora Gentile di Puglia, capra Garganica e capra Nicastrese sono stati identificati i donatori di materiale genetico da archiviare nella Criobanca. Successivamente si è proceduto alla raccolta del materiale seminale utilizzando biotecnologie riproduttive, quali l’estrazione di spermatozoi epididimali, procedure che erano state precedentemente messe a punto nei laboratori IBBA di Lodi. Il materiale raccolto nel progetto potrà essere distribuito agli allevatori per essere utilizzato per le fecondazioni per una corretta gestione della variabilità genetica dell’allevamento e più in generale di tutta la razza.

ANAFI - Analisi della variabilità genetica e dell’aplotipo ai loci lattoproteici finalizzata alla tutela della biodiversità e alla produzione di latti diversificati
Inizio: 06/12/2017   Fine: 05/12/2019

Associazione Nazionale Allevatori di bovini della razza Frisona Italiana (ANAFI)

Lodi   Sito web

Paola Cremonesi

Durata Progetto:
06/12/2017 - 05/12/2019
Ente finanziatore:
Associazione Nazionale Allevatori di bovini della razza Frisona Italiana (ANAFI)
Responsabili di progetto:
Paola Cremonesi
Sedi:
Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

ANAFI - Analisi della variabilità genetica e dell’aplotipo ai loci lattoproteici finalizzata alla tutela della biodiversità e alla produzione di latti diversificati


L’attività svolta nel progetto ha come obiettivo l’analisi della variabilità genetica dei loci lattoproteici e lo studio dei loro aplotipi finalizzati alla tutela della biodiversità e all’individuazione di soggetti portatori di combinazioni genetiche favorevoli per la produzione di latti diversificati (più adatti alla trasformazione casearia, con potenziale maggiore digeribilità). Si è proceduto ad analizzare i risultati di genotipizzazione (Illumina beadchip) di tutti i dati storici a disposizione (oltre 220.000 individui di razza Frisona e oltre 600 individui di razza Jersey) in modo da verificare come le frequenze alleliche ai geni delle caseine stiano cambiando in questi ultimi anni. I risultati indicano che l’aumento dell’allele B, favorevole alla caseificazione, e la diminuzione dell’allele E sfavorevole alla k-caseina stanno compensando l’aumento dell’allele A 2 alla β-caseina, mantenendo generalmente una buona proporzione di aplotipi associati a buone proprietà casearie.

Istituto

Cerca nel sito