StaffEleonora Cominelli


Informazioni



E-mail
cominelli@ibba.cnr.it

Telefono
+39 0223699421

Sede
Milano

Aree di attività
QUALY, BIOCEL


ORCID: 0000-0002-3612-3323
Google Scholar: Profile
Research Gate: Eleonora Cominelli
Scopus Author ID: 23089922800
WoS Researcher ID: O-6381-2015

Cominelli Eleonora

I° Ricercatore

Formazione

2011: Dottorato di Ricerca in Scienze Genetiche e Biomolecolari presso il Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie (attuale denominazione Dipartimento di Bioscienze), Università degli Studi di Milano

1999 Diploma di Specializzazione in Genetica Applicata presso il Dipartimento di Genetica e Biologia dei Microorganismi (attuale denominazione Dipartimento di Bioscienze), Università degli Studi di Milano. Votazione 70/70 e lode

1996: Laurea in Scienze Biologiche presso il Dipartimento di Genetica e Biologia dei Microorganismi (attuale denominazione Dipartimento di Bioscienze), Università degli Studi di Milano. Votazione 110/110 e lode

Esperienze professionali

2019-2021: Responsabile di WP del progetto POR FESR 2014-2020 di Regione Lombardia sPATIALS3: “Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile”

2015: Coproponente per beam time allocation (proposal LS-2374) presso European Synchrotron Radiation Facility (ESRF, Grenoble) per il progetto “Iron distribution and Fe chemical form in common bean and maize low phytic acid (lpa) mutants”

2015: Proponente principale per beam time allocation (proposal 20145056) presso Elettra-Sincrotrone Trieste per il progetto “Spatial distribution of Fe, Mg, Zn and P in common bean low phytic acid-1 mutant seeds”

2011-Oggi: Ricercatore presso l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del CNR

2010-2011: Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto europeo “ATHENA: AnThocyanin and polyphenol bioactives for Health Enhancement through Nutritional Advancement”

2007-2010: Contratto giovane ricercatore presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto FIRB-ERANET “CISCODE: Conservation and diversity in transcriptional regulation of developmental processes in crop and model plant species”

2006-2007: Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto europeo “FLORA: Flavonoids and related phenolics for healty living using orally recommended antioxidants”

2003-2006: Contratto giovane ricercatore presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto FIRB “Da Arabidopsis a pomodoro: un network scientifico e una piattaforma tecnologica per la genomica funzionale dello sviluppo delle piante”

2003: Periodo di formazione presso il laboratorio del professor Alain Vavasseur presso il “Laboratoire des Echanges Membranaires et Signalisation, Département d’Ecophysilogie Végétale et Microbiologie, CEN de Cadarache”, Francia

2001-2002: Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto MIPAF: ECOPOM-Tecniche innovative per l’identificazione di marcatori molecolari associati alla tipicità del pomodoro campano

1999 -2001: Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano per il progetto europeo “REGIA: Regulatory Gene Initiative in Arabidopsis”

1998: Periodo di formazione presso i laboratori del professor Jonathan Jones e della professoressa Cathie Martin, Sainsbury Laboratory, John Innes Center a Norwich, Regno Unito

Interessi scientifici

  • Caratterizzazione della qualità del seme in legumi e cereali;
  • Biofortificazione dei semi;
  • Pathway e trasporto dell’acido fitico;
  • Ruoli regolativi dell’acido fitico.

Progetti attivi

BIO-ECO "Bioeconomia”
Inizio: 01/01/2020   Fine: 31/12/2022

MIUR

Milano, Pisa, Roma
Anna Paola Casazza

Durata Progetto:
01/01/2020 - 31/12/2022
Ente finanziatore:
MIUR
Responsabili di progetto:
Anna Paola Casazza
Sedi:
Milano, Pisa, Roma

BIO-ECO "Bioeconomia”


Il progetto BIO-ECO, coordinato dal Dipartimento di Scienze Bio Agroalimentari del CNR, vede coinvolto un team multidisciplinare di ricercatori provenienti da nove diversi Istituti distribuiti sull’intero territorio nazionale. Le attività di IBBA coprono:

  • uso efficiente delle risorse naturali e miglioramento della capacità fotosintetica / resistenza e tolleranza agli stress abiotici (WP2);
  • sviluppo e applicazione di DSS per analisi predittive in agricoltura (WP3);
  • molecole bioattive dalle piante, da microorganismi e colture cellulari (WP4);
  • nuove fonti alimentari da piante acquatiche e microalghe (WP7).
PARDOM - Parallel Domestications: the Phaseolus replicated experiment to understand genome evolution and adaptation
Inizio: 29/04/2020   Fine: 28/04/2023

MIUR

Milano, Roma
Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
29/04/2020 - 28/04/2023
Ente finanziatore:
MIUR
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano, Roma

PARDOM - Parallel Domestications: the Phaseolus replicated experiment to understand genome evolution and adaptation


Il progetto si propone di studiare il processo di domesticazione nel genere Phaseolus, utilizzando come modello 4 eventi di domesticazione avvenuti nel fagiolo comune (P. vulgaris) e nel fagiolo di lima (P. lunatus), specie entrambe domesticate indipendentemente nella regione Mesoamericana e in quella Andina.

BOBCAt - Biotechnologies for sustainable production of bio-based commodities and specialty products in a cardoon-based biorefinery
Inizio: 15/04/2019   Fine: 14/04/2021

Fondazione Cariplo

Milano
Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
15/04/2019 - 14/04/2021
Ente finanziatore:
Fondazione Cariplo
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano

BOBCAt - Biotechnologies for sustainable production of bio-based commodities and specialty products in a cardoon-based biorefinery


Il progetto ha come obiettivo lo sviluppo di colture di cellule di cardo per l’ottenimento di composti di valore, quali: oli ed estratti idrofilici arricchiti in molecole bioattive per applicazioni nel settore della cosmetica; acidi grassi per la produzione di bioplastiche, bioadditivi, lubricanti, etc. In un’ottica di economia circolare si cercherà di utilizzare sistemi colturali che prevedano come input l’uso di scarti dell’industria alimentare, inoltre verrà valutata la possibilità di ottenere colture autotrofe per rendere il sitema più sostenibile. È previsto l’uso di approcci biotecnologici per modificare le vie biosintetiche degli acidi grassi e della lignina al fine di aumentare le rese in bioprodotti e il migliore riutilizzo della biomassa di scarto.

MITICAL - Miglioramento della coltivazione e produzione della canapa industriale in Lombardia mediante tecniche colturali innovative
Inizio: 01/07/2020   Fine: 30/06/2023

Regione Lombardia

Milano, Lodi, Roma
Monica Mattana

Durata Progetto:
01/07/2020 - 30/06/2023
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Monica Mattana
Sedi:
Milano, Lodi, Roma

MITICAL - Miglioramento della coltivazione e produzione della canapa industriale in Lombardia mediante tecniche colturali innovative


Il progetto MITICAL si propone, attraverso azioni di ricerca integrate di agronomia, biochimica e biologia molecolare, di aumentare le conoscenze sulla coltivazione della canapa e sull’uso finale di due suoi prodotti: semi e infiorescenze. Il progetto prevede:

  • l’analisi di quattro varietà di canapa, due monoiche e due dioiche, coltivate in due diverse località lombarde caratterizzate da diverse condizioni pedoclimatiche;
  • la valutazione delle performance dei 4 genotipi in diverse condizioni: i) controllo; ii) utilizzo di biostimolanti; iii) trattamenti con elicitori;
  • la valutazione della qualità nutrizionale dei semi: contenuto in proteine e in olio, profilo degli acidi grassi e contenuto di composti antinutrizionali;
  • infiorescenze: si valuterà il contenuto in metaboliti secondari come cannabidiolo (CBD), tetraidrocannabinolo (THC) e polifenoli;
  • studi di trascrittomica: analisi di correlazione tra espressione genica e fenotipo/metabolita, identificazione di polimorfismi allelici (SNP) e costruzione di network di coespressione;
  • l’analisi metagenomica del suolo: caratterizzazione di funghi, batteri e metazoi, prima e dopo la coltivazione delle piante.

Il progetto verrà svolto in collaborazione con aziende agricole di due distretti lombardi (DAMA e DINAMO) che rappresentano i principali fruitori delle conoscenze sviluppate. Inoltre i dati prodotti dalle analisi biochimiche sui semi saranno utilizzabili da aziende agroalimentari e mangimistiche, mentre quelli sulle infiorescenze avranno ricadute nel settore farmaceutico e cosmetico.

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile
Inizio: 01/02/2020   Fine: 31/07/2022

Regione Lombardia

Milano, Lodi   Sito web

Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
01/02/2020 - 31/07/2022
Ente finanziatore:
Regione Lombardia
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano, Lodi
Sito web del Progetto:
Sito web

sPATIALS3 - Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile


Il progetto si configura come un HUB tecnologico e di ricerca che coinvolge 12 istituti CNR, appartenenti a 4 diversi Dipartimenti, e 4 aziende, i cui obiettivi sono: ottenere prodotti migliorati per le proprietà nutrizionali e funzionali; fornire e implementare tecnologie di precisione per garantire la sicurezza, la tracciabilità e la qualità dei prodotti; sviluppare smart– e active-packaging ecosostenibili e innovativi per minimizzare e recuperare, ove possibile, gli sprechi e aumentare la conservabilità degli alimenti; fornire al consumatore e alle aziende strumenti per la fruibilità dei risultati.

NUTR-AGE: Nutrizione, Alimentazione & Invecchiamento attivo
Inizio: 01/01/2019   Fine: 31/12/2021

MUR

Milano, Pisa, Roma   Sito web

Laura Pucci

Durata Progetto:
01/01/2019 - 31/12/2021
Ente finanziatore:
MUR
Responsabili di progetto:
Laura Pucci
Sedi:
Milano, Pisa, Roma
Sito web del Progetto:
Sito web

NUTR-AGE: Nutrizione, Alimentazione & Invecchiamento attivo


Il progetto ha l’obiettivo di valutare l’impatto di nuovi alimenti funzionali e composti bioattivi sul benessere dell’uomo, con particolare interesse alla prevenzione delle principali patologie neurodegenerative e metaboliche legate all’invecchiamento della popolazione.
Grazie all’approccio integrato delle diverse competenze scientifiche, è stato possibile:

  1. selezionare i composti bioattivi presenti nelle differenti matrici alimentari (inclusi i sottoprodotti dell’industria agroalimentare);
  2. individuare eventuali frazioni più ricche in prodotti ritenuti di maggiore interesse, per ottenere alimenti biofortificati, funzionali, pre-pro-post-biotici;
  3. analizzarne l’azione protettiva mediante studi in vitro ed in modelli animali;
  4. preservarne le attività biologiche durante le fasi di processo e cottura;
  5. verificarne la biodisponibilità ed il ruolo di regolazione sul microbiota intestinale.

Progetti conclusi

NewPearl - Combining new phenotyping approaches and next generation sequencing to accelerate breeding in pearl millet, an orphan cereal from arid regions
Inizio: 01/05/2013   Fine: 30/09/2018

Fondazione Cariplo

Milano
Francesca Sparvoli

Durata Progetto:
01/05/2013 - 30/09/2018
Ente finanziatore:
Fondazione Cariplo
Responsabili di progetto:
Francesca Sparvoli
Sedi:
Milano

NewPearl - Combining new phenotyping approaches and next generation sequencing to accelerate breeding in pearl millet, an orphan cereal from arid regions


Il progetto si propone di sviluppare strumenti e conoscenze per accelerare la costituzione di nuove varietà di miglio perlato, che abbiano una qualità nutrizionale superiore e siano meglio adattate a rispondere a condizioni di stress ambientale, allo scopo di aumentare la sicurezza alimentare nelle regioni aride, in particolare nell’Africa sub-Sahariana. La strategia prevede di combinare la fenotipizzazione di una collezione di oltre 100 linee di miglio perlato con nuove tecniche di risequenziamento dei genomi per individuare e sviluppare marcatori molecolari associati alle caratteristiche di intersesse. La fenotipizzazione riguarderà lo sviluppo dell’apparato radicale e l’interazione col miocrobiota della rizosfera (capacità di acquisire nutrienti e acqua) e l’analisi di composti del seme nutrizionalmente rilevanti (acido fitico e C-glucosilflavoni implicati rispettivamente nella biodisponibilità di ferro e iodio)

Istituto

Cerca nel sito